CIV SS300 BASTIANELLI LEADER

 

CIV SS300 Bastianelli  leader

Nella categoria regno della maggior parte dei giovani piloti (oltre 40 in pista) presenti nel Campionato Italiano Velocità , lo spettacolo non manca di certo, negli ultimi due round corsi al Mugello la bagarre è stata come sempre all’ordine del giorno, e fra tanti potenziali campioni, sono emersi i tre piloti che in questo finale di stagione per velocità e gestione gara si sono distinti, non per nulla saranno quelli che si giocheranno il titolo negli ultimi due round di Vallelunga. Partiamo dal più “consistent”, quel Manuel Bastianelli vittorioso nella gara del sabato davanti al poleman Nicola Bernabè (Kawasaki RM Racing) e al campione in carica Luca Bernardi (Yamaha Trasimeno) , ma anche capace di gestire il confronto a tre nel finale di gara 2 “accontentandosi” di un secondo posto alle spalle di Bernardi . Il romano sul circuito di casa si presenterà con ben 24 punti di distacco da Bernardi e con ben 35 su un Kevin Sabatucci ancora matematicamente in lizza per il titolo. Per lui non sarà facile controllare lo stato emotivo della gara di casa, dove il pubblico tradizionalmente numeroso lo tiferà, ma dalla sua potrà contare su un team formato da personale espertissimo e plurititolato, come il Prodina Ircos. Il campione in carica tenterà il tutto per tutto per riconfermarsi al vertice di una categoria dove quest’anno ha incontrato qualche difficoltà di troppo. Il sammarinese del team Trasimeno era atteso come sicuro protagonista anche nel Mondiale, mentre forse complici le prestazioni poco brillanti della Yamaha ad inizio stagione, o il più alto livello del torneo iridato, non ha brillato incamerando un magro bottino di punti. La squalifica per irregolarità tecniche di gara 2 ad Imola, ha pesato invece sulla stagione di Kevin Sabatucci, il marchigiano del team Pro GP, andando quasi sempre a podio ha dimostrato di essere un top rider della categoria, anche se per la conquista del titolo sul suo circuito preferito , si tratterà di una mission impossible

PREMIAZIONE GARA 1

Fra i protagonisti di questa stagione, non si può non menzionare Thomas Brianti, il pilota KTM nelle prime cinque prove aveva centrato ben quattro successi consecutivi, poi a seguito di un intervento regolamentare alle moto di Mattighofen per ridurne la potenza, ha visto le sue prestazioni ridimensionate, tanto da non essere più in grado di lottare per la vittoria. Negli ultimi due round del Mugello si sono messi in evidenza anche altri interessanti giovani piloti, come Matteo Bertè che ha sommato un quarto ad un sesto posto, ma anche Marco Carusi passato dal decimo posto in gara 1 al quarto nella manche domenicale, poi l’esperto Omar Bonoli due volte settimo, Jacopo Facco sesto ed ottavo, e un Giacomo Mora ottavo e decimo che si è guadagnato la partecipazione alla gara mondiale di Magny Cours con il Team Terra e Moto. Bravi anche i frequentatori della zona punti come : Jack Mahaffy, Alessandro Arcangeli, Eugenio Generali ,Gabriele Giannini ,Diego Goretti, Paolo Giacomini , Giovanni Grianti ,Francesco Prioli ed Eugenio Generali. Gli ultimo due round della SS300 sul circuito capitolino, offriranno sicuramente uno spettacolo unico, ed importante sarà esserci.

L'ABBRACCIO A FINE GARA " FRA BERNARDI E SABATUCCI
Condividi su: