GONZALEZ FORTE ANCHE NELLA 600

GONZALEZ  FORTE ANCHE NELLA 600

Il Campione del Mondo in carica della Supersport 300 continua sempre grazie al supporto del Team  ParkinGO Kawasaki la crescita agonistica nella classe 600 dominata da Andrea Locatelli, a Portimao ha conquistato un decimo ed un sesto posto, nonostante un problema all’avambraccio destro, lo spagnolo occupa ora la nona posizione in campionato come miglior rookie proveniente dalla 300.

 Manuel GONZALEZ :«E’stato un altro week end positivo. Nella Gara1 di ieri mi si è addormentato l’avambraccio destro e sono rimasto senza forza all’arto, potevo a mala pena dare gas a fondo e rallentare. In qualche modo sono riuscito a gestire la gara e a chiudere con un decimo posto che era nel target. In clinica mobile mi hanno applicato un trattamento a freddo per riuscire a rilassare il muscolo. Questa mattina mi sono sentito meglio, anche se il disagio all’avambraccio continuava, ho marcato l’8° tempo nel warm up e sono riuscito a disputare una buona gara nonostante il dolore. Avrei potuto fare di più, ma continuiamo a lottare e a imparare».

Nella Supersport 300 dove la squadra della famiglia Rovelli schiera Tom Edwards e Filippo Rovelli, l’australiano è caduto in gara 1 e ha concluso la seconda in settima posizione mentre Filippo assillato da problemi tecnici, passato dalla Last Chance (gara di recupero) non è riuscito a qualificarsi.

Edoardo Rovelli Team Manager «Si è chiuso un altro week end positivo per il team ParkinGO. Manuel Gonzalez è stato sempre protagonista in Supersport e senza il dolore al braccio destro che si è manifestato in entrambe le gare avrebbe potuto fare ancor meglio. Quando è arrivato al box dopo la Gara2 gli abbiamo tolto il casco osservando che era bianco come uno straccio per quanto aveva sofferto. Nella WSSP300 oggi Tom Edwards ha corso al suo livello, inserendosi nella lotta coi migliori. Dopo la bandiera rossa Tom è stato coinvolto in una caduta dalla Carrasco, poi squalificata per non essere rientrata ai box. In Gara 1 invece Edwards aveva subito una entrata scorretta da Sofuoglu che ne aveva provocato la caduta. Per Filippo Rovelli la mancata qualifica è stata provocata da una moto che gli si è parata davanti nelle FP3 quando stava completando un giro da prima fila. La caduta ha provocato danni al moto, velocemente riparati. Al via della last chanche la moto ha presentato problemi, Rovelli è rientrato in pista, ma gli è stata data bandiera nera per non aver atteso l’ok dei marshall».

Condividi su: