I RAGAZZI DI PAOLO AL CEV

I RAGAZZI DI PAOLO AL CEV

E dopo quasi otto mesi, di cui due passati chiusi in casa, Anche il CEV torna in pista. Dopo un grande grandissimo lavoro di Dorna finalmente siamo di nuovo qui in terra Portoghese. Correre di martedì è strano, ma una volta che il team ha trovato l’assetto giusto, sia motociclistico che mentale l’ aria che si respira è sempre quella. Quanto ci è mancato il profumo di benzina? Di frenate sull’ asfalto, l’ odore di paddock? Non mi sembrava, finché non L’ ho riassaporato. Durante l’inverno sono state fatte delle scelte sulla formazione della squadra tagli e incrementi di meccanici e piloti.. e mi devo dare una pacca sulla spalla, ho fatto delle buone scelte. Seppur ricordi l’ inizio di una barzelletta, ci sono: un portoghese, quattro spagnoli, tre italiani e tre australiani (si non ci siamo fatti mancare nessuna nazionalità) si è creato un bel gruppo di lavoro.

 

In moto3 abbiamo Julian Garcia, è stata un’ottima scelta e ci regalerà soddisfazioni, il suo obiettivo è puntare al titolo ma martedì non ha corso come sa fare. Ha tenuto tutto sotto controllo fino alla fine, un po’ troppo forse perché quando è stata ora di fare quel passo in più non ha osato ed ha finito 4°.

Senna Agius è Australiano e questo è il suo primo anno in moto3. La sua prima entrata in pista, complice forse l’ emozione, è stata difficile, sia per lui che per me, per un attimo ho pensato:”Alè la sbattiamo in terra dieci volte oggi!” Invece ho avuto una visione troppo pessimista della cosa, Senna si è rivelato pieno di voglia di correre, è un ragazzo coraggioso e molto educato e se saprà ascoltare e mangerà più carne che patatine fritte di cui adesso si affoga, sicuramente si farà conoscere. Ha chiuso la gara 20° dopo essere stato buttato nella ghiaia dagli invasati del primo giro, non è caduto e con mia piacevole sorpresa non si è demoralizzato, ha fatto una rimonta in solitario con dei buoni tempi, bravo!

 

Nella ETC ho ritrovato un Volpi in splendida forma e convinzione, si è solo auto rovinato il week end prendendo una penalità di 12 posizioni per aver percorso troppo lento alcuni settori e non va bene. Ormai da uno come lui non me le aspetto più certe disattenzioni. Ha comunque rimontato e finito 7º.

Buona gara per Harrison Voight un altro Australiano, compagno di Volpi, arriva dall’ Asian Talent Cup è molto forte ma stavolta ha sottovalutato il campionato, secondo me non credeva ci fosse un livello così alto. Come il compagno ha subito preso 12 posizioni di penalità, solo che lui è stato buttato fuori il primo giro, ha poi rimontato ed ha chiuso 10º.

In gara2 stanchezza e problemi fisici han fatto da padroni. Volpi dopo una buona partenza e una buona metà gara, ha mollato il gruppo di testa per un indolenzimento alla gamba ma ha comunque finito 8ª.

Voight non aveva mai corso due gare in un giorno, sommato al jet lag del volo Australia Italia Portogallo ecco che dopo cinque giri “ha cotto i fagioli” finendo esausto in  15° posizione.

Nel complesso non voglio di certo lamentarmi è stato un bel primo week end di gare. La mia unica raccomandazione è sempre la stessa: “ Bisogna stare attenti spesso, ma quando si può vincere bisogna aggredire il podio, bisogna provarci; sempre!”

Voglio fare i miei complimenti a Montella un nostro ex pilota che ha vinto entrambe le gare in moto2. Allora… tutto sommato siamo una buona scuola!?!

Sembra tutto abbastanza normale se non fosse per la sanificazione, le distanze che dobbiamo mantenere e l’ utilizzo delle mascherine, che se per i più brutti va quasi meglio poiché copre loro metà viso, per tutti gli altri è una bega immane.

Siamo già a Portimao una pista nuova per tutti e niente… Fabio (Balducci) torna presto che se no non so con chi prendermela!

-PaoloSic58-

Condividi su: