IL MONDIALE SUPERSPORT A KRUMMENACHER

IL MONDIALE SUPERSPORT A KRUMMENACHER

Si è conclusa all’ultimo round nella notte di Losail, la sfida fra i due alfieri del Team Bardhal Evan Bros per la conquista del titolo piloti della Supersport 600, lo svizzero Randy Krummenacher e l’italiano Federico Caricasulo, sono arrivati a questo cruciale appuntamento dopo aver dominato la stagione ed occupando rispettivamente la prima e la seconda posizione nella classifica del campionato: Krummenacher primo con 202 punti, seguito da Caricasulo con 194. La gara vinta da Mahias con alle spalle Cluzel e Vinales ha visto Caricasulo concludere al quarto posto, mentre con un quinto posto Randy Krummenacher si è laureato Campione Del Mondo 2019. Si è conclusa così nel migliore dei modi una stagione che ha visto il netto predominio del team Bardahl Evan Bros, che nelle dodici gare disputate ha conquistato sette vittorie ed un totale di 17 podi, piazzando i propri due piloti in testa alla classifica finale del campionato.

Randy Krummenacher:E’ una giornata incredibile per me. La gara è stata molto difficile. All’inizio pensavo di poter andare in testa, ma poi non ho trovato un feeling con la moto che mi permettesse di spingere più forte di quanto ho fatto. Negli ultimi giri ho pensato più al campionato che alla gara ed ho badato soprattutto a non commettere errori. Ho lavorato per 24 anni con l’obiettivo di diventare Campione del Mondo ed oggi ce l’ho fatta. A dire il vero ancora non ho realizzato di aver vinto il titolo della Supersport e mi sembra ancora una cosa incredibile. E’ stata una stagione molto impegnativa e devo ringraziare molte persone, ad iniziare ovviamente dalla mia famiglia che mi ha aiutato nei momenti difficili. Grazie a tutti i ragazzi del team che hanno lavorato tanto per me e per farmi vincere questo titolo”. 

Federico Caricasulo: “Non è stata la gara che mi aspettavo, ma sono sereno, in quanto so di aver dato il massimo. Ho spinto forte sin dall’inizio cercando di stare davanti a Randy e di mettere il maggior numero possibile di piloti tra me e lui, ma è stato bravo a tenere la mia ruota. Nel finale ho lottato con Perolari nonostante un piccolo problema tecnico mi abbia rallentato. E’ stata comunque una grande stagione, che ci ha visto sempre nelle prime posizioni. Mi spiace non aver vinto il titolo anche per la mia squadra, che ha lavorato tanto per me, ma queste sono le corse e dobbiamo accettare il verdetto della pista”. 

Fabio Evangelista – Team Principal: “Sono molto felice ed emozionato. Questa gara conclude degnamente una stagione che ci ha sempre visto protagonisti, grazie all’ottimo lavoro di tutta la nostra squadra ed al talento dei nostri due piloti. Sono molto contento per Randy che oltre che estremamente veloce si è dimostrato anche un pilota maturo, in grado di gestire la pressione che deriva dall’essere in testa alla classifica dalla prima all’ultima gara. Sono ovviamente dispiaciuto per Federico, ma ritengo che abbia fatto tutto quanto poteva per contendere il titolo al suo compagno di squadra in quella che è stata una contesa leale tra due grandi piloti. In questo momento di felicità il mio ringraziamento va a tutti i nostri tifosi ed ai nostri sponsor, che hanno reso possibile questa grande vittoria!”.

Condividi su: