IL PASINI RACING TEAM 2020 SI PRESENTA

IL PASINI RACING TEAM 2020 SI PRESENTA

Con un video sulle sue pagine social il Pasini Racing Team ha presentato le livree e i nuovi partner per la stagione 2020, che dopo l’emergenza Covid 19 tutti speriamo possa finalmente iniziare.

Le nuove livree, disegnate dallo storico partner GTT-Design, richiamano la grafica degli anni precedenti, ma con uno stile del tutto moderno. Cambiata la tonalità di blu, ma non la grinta e la voglia di portare a casa risultati positivi sia nella categoria Premoto3 che MiniGP. La verniciatura è stata opera della carrozzeria Nonsoloauto.

Il team da quest’anno potrà contare sul supporto di nuovi partner, come Tovo Gomma, GP Gar Plast e Saldagas. Tovo Gomma è un’azienda bresciana specializzata nella produzione di mescole, lastre ed espansi in gomma; GP Gar Plast si occupa di finiture galvaniche, verniciatura, metallizzazione e trattamenti superficiali su metalli; Saldagas si occupa invece di gas per il settore industriale. Tutte aziende made in Brescia, territorio recentemente funestato dalla emergenza Covid e con tanta voglia di rivalsa.

La stagione 2020 vede la conferma della collaborazione di alcune aziende, come Motul (olio motore) e Gandini Race (corone e pignoni). Fabbri Accessori fornirà i nuovi cupolini, Spark contribuirà ad aumentare la cavalleria dei motori, che saranno protetti da paramotori SM Project.

Per la stagione 2020 i piloti saranno ben sei, 3 nella categoria MiniGP e 3 nella Premoto3. Valentino Sponga, Emanuele Andrenacci e Loris Capriolo guideranno le piccole MiniGP, mentre le Premoto3 saranno affidate a Edoardo Colombi, Edoardo Liguori e Jacopo Villani.

Ilario Pasini Team Principal:

 

“In questi 2 mesi ho sentito da parte dello staff e soprattutto dei piloti la voglia di cominciare. Sebbene le nuove regole sociali riguardanti la vita del paddock, che ben conosciamo, sono molto rigide, il gusto di vivere la nostra passione non verrà meno. Ringraziamo tutti, dai nostri sponsor alle famiglie dei piloti che, nonostante la situazione causata dalla pandemia, si stanno facendo in 4 per questo bellissimo sport. Anche la stessa FMI in questo periodo è stata costantemente in contatto con noi per cercar di capire il da farsi. Sono convinto che quando saremo in pista alle prese con il cronometro daremo il massimo come sempre. Per i nostri giovani piloti sarà comunque un anno importante, di crescita sportiva, forse ancor di più di prima, dato il periodo che stiamo vivendo. Per quanto riguarda le nostre moto 2020, abbiamo apportato importanti modifiche alla ciclistica e alle carenature, che sommati ci han permesso di incrementare in modo sostanzioso le performance.Ormai é quasi arrivato il momento di metterle in pista, aspettiamo solo l’ufficializzazione del calendario”

Condividi su: