IL TEAM GEKO BIKE DOMINA LA PRIMA DELLA R3 CUP (video)

IL TEAM GEKO BIKE DOMINA LA PRIMA DELLA R3 CUP

Partita lo scorso week end dal Misano World Circuit l’edizione 2019 della R3 Cup, monomarca che si corre in sella alle 300 della casa dei tre diapason. Per i piloti un’anteprima mondiale, con l’utilizzo delle gomme Pirelli slick Superbike, che vanno ad aggiungere un tocco estremamente racing a queste piccole moto di serie. Al termine di qualifiche impegnative ad aggiudicarsi la pole è stato Alex Scorpaniti (Geko Bike Factory) seguito dal compagno di squadra Giovanni Grianti e da Mattia Martella(DM Corse).

LA GARA

Dallo start Alex Scopaniti (Geko Bike), Gabriele Giannini (Motoxracing) e Giovanni Grianti (Geko Bike) innescano una lotta di testa attaccati da Sergio Arena (VR3 team) che più volte scambia con loro le prime posizioni, Lorenzo Imperiano (CELO Racing) non molla la presa e a suon di sorpassi tra  Mattia Martella (DM Corse), Gabriele Esposito (MMR Team) e Nicola Gianico (Bike Motor & Service) tentano di difendersi dagli attacchi di Alessandro Calgaro (Alex Racing Team) e Tommaso Occhi (Geko Bike Factory) che tiene nel mirino gli avversari risalendo la cima con la convinzione del podio.

A seguire il secondo stormo, aperto dalla wild card Diego Mancini (MMR team), che tiene alle spalle Christian Faraci (DM Corse) il quale quest’anno si trova in grande forma dimostrando progressi dallo scorso anno, in scia a Mirko Gennai (Motoxracing) la prima donna è Roberta Ponziani (Motoxracing) che concorre anche per la classifica Senior e Women. Nei primi quindici si inseriscono Mattia Capogreco (31SBK Racing) e Francesco Mora (Full Gas Racing) che tengono un bel ritmo di gara e chiudono il secondo gruppo.

Al primo giro la caduta di Giulia Vercilli (Extreme Racing Service), ma non sarà l’unica in quanto Matteo Vannucci (Cast16 Corse) coinvolge involontariamente Leonardo Battaglini (Grandi Corse) che non riesce ad evitare la moto in pista che ostacola il passaggio e sarà costretto al ritiro, il pilota toscano del team Cast16 è l’unico che riesce a riprendere il via, protagonista di una grande rimonta fino al 17° posto. Nella mischia rimane in carreggiata Lorenzo del Bonifro (Nico Racing) costretto però a rallentare la sua corsa per evitare l’incidente tra i due avversari, procurandogli un inevitabile gap dal gruppo che stava inseguendo, conquista una posizione di vantaggio con la caduta di Francesco Mora (Full Racing Team).

All’ottavo giro Mattia Martella (DM corse) si trova in mezzo tra il primo ed il secondo gruppo, mentre Gabriele Giannini (Motoxracing) primo della lista, viene segnalato dalla direzione gara, under investigation per track limit. L’ultimo giro di gara toglie il respiro, una serie di sorpassi ad ogni curva non danno modo di poter prevedere il risultato finale.

Nella seconda parte della classifica troviamo Matteo Ferrari (Gradara Corse) che rientra in gara dopo l’infortunio dello scorso anno, precede Dario Pesce (Pistard) seguito dalla seconda ragazza in lista per il podio women Sabrina della Manna (Motoxracing), che batterà sul tempo le altre tre concorrenti Nicole Cicillini (Motoxracing) e le compagne di squadra Martina Guarino e Aurelia Cruciani.

Vince la prima prova della stagione 2019 Alex Scorpaniti seguito per pochi millesimi da Giovanni Grianti e chiude le posizioni d’onore Tommaso Occhi (che si aggiudica anche il giro veloce e la targa Brera orologi), tutti e tre piloti sono portacolori del medesimo team, il Geko Bike Factory di Gianluca Giambrone.

Il secondo round della Yamaha R3 cup al Mugello il 4-5 maggio.

foto www.fotomoto.it 

Condividi su: