IL TEAM SM ACTION YAMAHA IN PORTOGALLO (VIDEO)

IL TEAM SM ACTION YAMAHA IN PORTOGALLO

 

Maxime Renaux quinto assoluto e stoico Michel Cervellin in gara nonostante l’infortunio alla clavicola.                                                                            

Un viaggio di oltre duemila chilometri ha portato il Team SM Action Yamaha in Portogallo, per la sesta prova del Mondiale MX2. Quella di Agueda è una pista molto spettacolare ma poco selettiva. Lo dimostra il fatto che nelle prove cronometrate i primi venti erano racchiusi in un paio di secondi.

Michele Cervellin e Maxime Renaux sono usciti dalle crono con tempi simili. Il francese ha strappato il 13esimo tempo, 0.011 millesimi meglio dell’italiano che però è stato rallentato da un pilota che lo stava precedendo ,mentre stava effettuando il suo miglior tentativo.

Posizione quindi ravvicinata al cancello di partenza della gara di qualifica, con Cervellin che “stacca” meglio di Renaux ed al primo passaggio si presenta nei primi dieci mentre Maxime è 16esimo. Come dicevamo questa pista livella le prestazioni dei vari piloti, ed il fatto che la gara di qualifica è dieci minuti più corta della manche di gara, rimontare posizioni è difficile. Per questo fatto sul traguardo Cervellin è ottavo (bene comunque in vista delle due gare del giorno dopo) e Renaux è 15esimo.

La prima manche ha un inizio esaltante per Michele Cervellin che fa un’ottima partenza e si mette alle spalle di Prado, in quel momento primo. Pur scivolando al quarto posto, per sei giri Michele tiene il ritmo dei primi ma nell’affrontare un salto in discesa si scompone e finisce a terra. Nella caduta gli esce ma rientra immediatamente la clavicola destra, e non gli è possibile continuare. Per contro Maxime Renaux, dopo essere stato convolto in una caduta di gruppo alla seconda curva, effettua una rimonta fantastica chiusa al nono posto.

Seconda manche fotocopia della prima a differenza però che non ci sono problemi e tutto va per il meglio. I due ragazzi del Team SM Action Yamaha “staccano” benissimo al via ritrovandosi uno quinto, Cervellin, e l’altro settimo, Renaux. Per metà gara sono appaiati poi Maxime rompe gli indugi e passa Michele a sua volta superato da Olsen. Il vantaggio del francese sull’italiano dura soltanto due giri perchè una piccola scivolata lo fa retrocedere nono.

Nella classifica di giornata Maxime Renaux con due noni posti è ottimo quinto assoluto con 24 punti. Michele Cervellin è quindicesimo ma il suo è un piazzamento finale bugiardo, visto lo zero patito nella prima manche.

FOTO  E TESTO  ADRIANO DONDI

RENAUX
Condividi su: