LA MIGLIOR STAGIONE DEL BARNI RACING

La miglior stagione del Barni Racing

Con la cancellazione per motivi di sicurezza  dell’ultimo round di Losail si è conclusa alla grande la stagione del Barni Racing Team che, grazie ai 230 punti totali di Xavi Forés, si è aggiudicato  il titolo come miglior team e pilota  indipendenti 2018 e il settimo posto nel Campionato.

Per la squadra di Marco Barnabòè stata una stagione esaltante, la migliore di sempre in Superbike grazie ai cinque podi conquistati dal pilota spagnolo:

3° posto in gara 2 a Phillip Island (Australia)

2° posto in gara 1 a Chang (Thailandia)

3° posto in gara 1 ad Aragon (Spagna)

3° posto in gara 1 a Magny Cours (Francia)

2° posto in gara 2 a San Juan (Argentina)

 

In Qatar si chiude un’era, quella della Ducati Panigale R bicilindrica. Dalla prossima stagione, infatti, debutterà la Ducati Panigale V4, prima quattro cilindri della storia prodotta dalla casa di Borgo Panigale.

 

I numeri del Barni Racing Team con la Ducati Panigale R e 1199 R

 

2012: 2° posto nel Superstock 1000 FIM CUP con Ivan Goi

2013: 2° posto nel Superstock 1000 FIM CUP con Nicolò Canepa

2014: 1° posto nel Superstock 1000 FIM CUP con Tati Mercado

2015: 8° posto nel WorldSBK con Tati Mercado

2016: 9° posto nel WorldSBK con Xavi Forés

2017: 7° posto nel WorldSBK con Xavi Forés

2018: 7° posto in campionato – Best independent team nel WorldSBK con Xavi Forés

 

2012-2018. Otto volte consecutive miglior team del Campionato Italiano Velocità classe Superbike.

 

2012: 1° posto nel Campionato Italiano Velocità classe Superbike con Matteo Baiocco

2013: 1° posto nel Campionato Italiano Velocità classe Superbike con Eddi La Marra

2014: 1° posto nel Campionato Italiano Velocità classe Superbike con Ivan Goi

2015, 2017, 2018: 1° posto nel Campionato Italiano Velocità classe Superbike con Michele Pirro.

Marco Barnabò

Marco Barnabò, Principal Manager :C’è un po’ di rammarico per la gara di ieri dove abbiamo dimostrato di essere molto competitivi. Questo non cancella la nostra grande stagione, sicuramente la più bella di sempre: abbiamo fatto ottimi risultati e, con un pizzico di fortuna in più, avremmo potuto essere più avanti in classifica. Tutto quello che abbiamo ottenuto ce lo siamo guadagnato sul campo perché nessuno ci ha fatto regali. Per questo voglio ringraziare Xavi e tutta la squadra che hanno fatto un lavoro eccezionale.  E’ un peccato non aver potuto disputare l’ultima gara con la Ducati Panigale V2. Questa moto ci ha dato tanto lavoro da fare, ma anche grandi soddisfazioni. Non dimenticherò mai il titolo Superstock con Tati Mercado e la versione 1199 R nel 2014, l’esordio nel Mondiale Superbike l’anno successivo con la «mille» e poi tutti i campionati italiani Superbike.

Salutare l’era del bicilindrico Ducati con il titolo di miglior team indipendente è motivo di grande orgoglio, per questo avrò sempre la Panigale R e il V2 nel cuore “.

Condividi su: