LOKA IRIDATO !

LOKA IRIDATO !

Con un ruolino di marcia composto da dieci vittorie, sei pole position e 10 giri veloci in gara, Andrea Locatelli in sella alla Yamaha del Bardahl Evan Bros si è laureato in quel di Barcellona Campione del Mondo della Supersport. Per il pilota bergamasco si tratta del primo titolo iridato , il secondo consecutivo per la compagine diretta da Fabio Evangelista, ma soprattutto anche il primo di un pilota Italiano in questa storica categoria delle derivate dalla serie.

Una vittoria quella di gara 2 a Barcellona  costruita dal “Loka” già dal miglior crono del warm up e successivamente con una condotta di gara magistrale che l’ha portato a condurre la gara al nono giro, e a prendere il vantaggio necessario per vincere la sua decima gara su 11 disputate, sommando i 104 punti di vantaggio sul francese Mahias che gli sono valsi il titolo.

Andrea Locatelli: 
“Che giornata fantastica! Il risultato di oggi è il tanto atteso frutto del lavoro che abbiamo fatto ogni giorno, l’alchimia con il team è stata perfetta sin dal primo momento, tutti volevamo raggiungere questo traguardo e ci siamo riusciti. Volevo riscattare la vittoria sfumata ieri, così ho gestito la corsa nella prima fase per poi imporre il mio ritmo. Adesso è il momento di festeggiare, ma non mi accontento. Mancano ancora due round alla fine, e voglio continuare a divertirmi e vincere insieme a questo grande team. Vincere un titolo mondiale è un qualcosa di difficile da spiegare, sono al settimo cielo!”. 

 

Fabio Evangelista (Team Principal): “Il titolo vinto oggi è il coronamento di una stagione incredibile e pazzesca, iniziata con una vittoria in Australia in cui speravamo ma della quale non eravamo sicuri. Andrea è stato fantastico, ci ha confermato di essere un talento puro ma anche un grande lavoratore. Vincere dieci gare su undici è un qualcosa di inimmaginabile, ed essere nuovamente campioni è semplicemente fantastico. Devo davvero ringraziare tutto il team, che ha lavorato in maniera eccellente. Tutti hanno imparato tanto dalla scorsa stagione, e quest’anno la crescita è stata evidente, Devo anche ringraziare Yamaha, dato che in due anni non abbiamo mai avuto un problema tecnico. Sono davvero orgoglioso della mia squadra!”. 

Condividi su: