MONOPOLIO BARDAHL EVAN BROS IN SUPERSPORT

MONOPOLIO BARDAHL EVAN BROS IN SUPERSPORT

 

Ancora una prova di forza della squadra diretta da Fabio Evangelista nel Mondiale Supersport, dominio iniziato con la conquista della Superpole da parte di Federico Caricasulo, poi penalizzato per un sorpasso con bandiere gialle e andata al compagno di squadra Randy Krummenacher.

La gara è stata entusiasmante ed ha tenuto tutti con il fiato sospeso sino all’ultimo giro. Krummenacher e Caricasulo sono partiti bene e si sono portati subito in testa alla gara. I due piloti del team Bardahl Evan Bros. si sono alternati al comando, in un gruppo composto da sei piloti. A tre giri dal termine Caricasulo si è portato in prima posizione ed ha incrementato il suo ritmo accumulando un piccolo ma decisivo vantaggio nei confronti di Krummenacher. Il pilota italiano si è così aggiudicato la sua seconda gara di questo campionato ed in classifica ha recuperato 5 punti nei confronti di Krummenacher. Randy da parte sua ha dovuto fare in conti con alcuni problemi ai muscoli delle braccia ma ha comunque fatto una grande gara e mantiene la leadership della classifica mondiale con 135 punti, seguito a 17 punti da Federico che ne ha accumulati 118.

Randy Krummenacher: “E’ stata una bella gara e dobbiamo essere felici. Federico è stato più bravo di me e negli ultimi giri è stato davvero forte e non ho potuto fare nulla per contrastarlo. Ora devo sfruttare il tempo che mi separa dal prossimo round di Misano per rimettermi a posto fisicamente, perché sto soffrendo per dei dolori ai muscoli delle braccia. Se riuscirò a risolvere questo problema sono certo che a Misano potremo tornare davanti, perché oggi la mia moto aveva tutto per poter vincere e per questo ringrazio il team, che ha svolto davvero un ottimo lavoro”.

 Federico Caricasulo: “La gara è stata molto tattica ed il ritmo non è stato veloce. Non è stato facile difendersi dai continui attacchi dei piloti che facevano parte del gruppo di testa. Sapevo che il mio avversario più temibile sarebbe stato il mio compagno di squadra, e nel finale ho cercato di allungare e di frapporre qualche pilota tra me e Randy. Ci sono riuscito ed a quel punto ho fatto gli ultimi due giri spingendo al massimo, come se fossi in qualifica. Una vittoria bellissima che dedico al team e a tutti i nostri sponsor”.

Condividi su: