QUESTIONE DI COACH

QUESTIONE DI COACH

Negli ultimi tempi anche nel motociclismo agonistico, si va diffondendo la figura del coach, persona che aiuta il pilota a migliorare le sue performance, allo scopo di raggiungere gli obiettivi prefissati. Nella maggior parte dei casi sono gli ex piloti a ricoprire questo importante ruolo, mettendo a disposizione la loro esperienza per “allevare” giovani piloti, o supportare quelli già affermati.

Per completare la metodologia di lavoro, può essere d’aiuto oltre all’ex pilota, anche un’altra figura, per questo abbiamo interpellato Ermanno Torri, personaggio eclettico che si definisce un Life Coach Motivatore.

Ermanno Torri con Mickael Amodeo (Foto Ermanno Bono)

Partiamo dalle tue credenziali Ermanno, quando hai iniziato a motivare le persone?: “Me ne occupo dal 2001, dopo aver frequentato un corso di Psicosomatica Emozionale, Gestione dello stress e Comunicazione efficace.”

Considerando che gli ex piloti, trasferiscono ai loro “assistiti” in special modo nei giovani ,nozioni di guida e di comportamento in pista, oltre ad imput di preparazione fisica, consigli di approccio alla competizione e tanto altro, qual è il tuo compito?:In pratica si tratta di un affiancamento agli ex piloti che trasmettono la loro preparazione, aiutando il pilota a sbloccare l’azione e a prendere in mano la sua vita, agendo sulle cose che sogna di cambiare. Io ho proprio il compito di facilitare questo processo di crescita e sviluppo.”

In che cosa consiste il tuo metodo di preparazione?”In sintesi, ponendo domande che aiutano a valutare e decidere quali passi adottare per raggiungere l’obiettivo.”

Oggi i risultati agonistici nel motociclismo, sono frutto di un gran lavoro di squadra, l’importanza del team e come non mai basilare, la giusta amalgama fra parte tecnica e guida in pista rappresentano le basi per ottenere risultati. Come ti puoi inserire all’interno di un team senza creare problematiche? La mia figura serve proprio ad evitare e risolvere le problematiche , in modo da creare le condizioni ottimali per un gioco di squadra efficace che coinvolga tutti i componenti del team, e che punti ad ottenere il massimo risultato.”

 La tua presenza al fianco del pilota, è indispensabile in circuito nei week end di gare o di test ?: ”Non necessariamente, in quanto è possibile fare un buon lavoro anche grazie a sistemi comunicativi come ad esempio Skype.”

In fine come è possibile contattarti ?: “ Sono contattabile attraverso la mia pagina Facebook :

https://www.facebook.com/ermannotorricounselor/

Foto copertina di Raffaello De Vito

Condividi su: